domenica 26 febbraio 2017

Recensione: “Il sentiero della passione" di Patrizia Ines Roggero

Buona domenica, dolcissimi lettori.

Finalmente ho trovato il coraggio di finire la recensione che avevo promesso a Patrizia. Parlo di coraggio perché, per quanto mi riguarda, è molto difficile esprimere a parole le emozioni che provo. Mi capita spesso di dover organizzare i miei pensieri, prima di poter anche solo descrivere quali sensazioni mi ha provocato una storia che ho amato molto. Chiedo venia se non riuscirò a trasmettervi completamente l’amore che ho provato, ma mi auguro che in qualche modo qualcosa riesca ad arrivare anche a voi. Altrimenti, l’unico consiglio che posso darvi è leggere il romanzo breve, così mi saprete dire se non ho ragione.


Titolo: Il sentiero della passione
Autrice: Patrizia Ines Roggero
Editore: Self publishing PIR Romance
Genere: Romance erotico storico
Pagine: 130 + 3 racconti brevi
Prezzo: ebook  1,90 (presto anche in cartaceo)
Prezzo lancio: € 0,99
Data di pubblicazione: 6 febbraio 2017
Voto: 5/5 

Sinossi:
Anno 1865.
Ander e Levicy viaggiano nella stessa carovana lungo la pista che attraversa il Territorio Indiano. Quando lo zio della ragazza decide di venderne la verginità, sarà proprio Ander a comprarla. Lo ha fatto per pietà o per amore? Levicy se lo domanda di continuo, ma è difficile comprendere i pensieri di quel messicano che nulla vuole rivelare di sé.
Insieme fuggiranno attraverso il Territorio Indiano e poi nel cuore della comancheria, tra insidie e tentazioni alle quali non si potranno sottrarre.
Una storia di passione e amore, lungo le piste del Vecchio West.

Nel volume sono presenti anche i racconti romance con ambientazione western:
Dorothea (spin off di Paradise Valley)
Un nuovo inizio
- Cedro Rosso (prequel di Paradise Valley) 

venerdì 3 febbraio 2017

Segnalazione: “Il sentiero della passione" di Patrizia Ines Roggero

Dolcissimi lettori, come state?
In questo periodo è sempre più difficile aggiornare il blog, purtroppo. 
Eppure, tra i vari impegni universitari, sono riuscita a trovare qualche minuto di tempo per presentarvi il nuovo romanzo di Patrizia Ines Roggero. Sicuramente la conoscerete per pubblicazioni quali Sono solo un marinaio (nostra recensione), Il brigante di Corte oppure la trilogia Paradise Valley. Almeno, spero davvero che li abbiate letti, altrimenti non sapete proprio cosa vi sete persi!
Tuttavia, quello che verrà pubblicato il 6 febbraio sarà un romanzo breve, erotico. È la prima volta che l’autrice si cimenta in questo genere e, conoscendo il suo stile, sono sicura abbia fatto nuovamente un lavoro fantastico. Sono davvero curiosa di scoprire in quale modo, stavolta, Patrizia riuscirà a farmi innamorare della storia e dei suoi personaggi.



martedì 27 settembre 2016

Recensione: "Conquistare un highlander" di Mary Wine

Ciao amici!
Capita anche a voi di avere dozzine e dozzine di libri che attendono il loro turno sullo scaffale, vero? E vi capita anche di guardarli, sospirare e accendere il kindle?
Ecco, di recente sta capitando anche a me. Ho moltissimi libri che aspettano di essere letti, eppure continuo a leggere sul kindle. E poi non riesco più a spegnere quel dannato (amato) aggeggio e continuo, continuo e continuo, fino a quando la batteria si azzera e io mi ritrovo nel mondo reale dopo aver letto una mezza dozzina di romanzi. Uno dei libri che questo mese mi ha fatto volare un po’ con la fantasia è “Conquistare un highlander”, primo romanzo della serie Hot Highlanders di Mary Wine.

Autore: Mary Wine
Titolo: Conquistare un highlander
Titolo originale: To conquer a Highlander
Serie: Hot Highlanders #1
Casa editrice: Mondadori
Collana: I romanzi extra passion
Prezzo: € 3,99
Voto: 
Sinossi:
Quando Torin McLeren scopre il tradimento che il capo del clan McBoyd ha ordito ai danni del re di Scozia, decide di rapire sua figlia. Ma tenere con sé una ragazza come Shannon provoca in Torin qualche turbamento, e non solo perché lei è la figlia del nemico… Desiderosa di scoprire i piaceri della carne, Shannon decide infatti di sfruttare la situazione a suo vantaggio, ma dopo aver attirato Torin nel suo letto capisce che non può in alcun modo ferire l'unico uomo che, finalmente, sembra darle un valore e comprendere la sua condizione. Nemmeno se suo padre vorrebbe ucciderlo, insieme a lei, dopo aver scoperto quello che hanno fatto…

La mia opinione
Adoro la Scozia, in special modo le Highlands.
Insomma, chi non desidera visitare quei luoghi tanto meravigliosi e dall’aura così misteriosa e magica?
E data la mia passione per quelle terre e, in special modo, per la loro storia, mi sono fiondata su questo romanzo senza pensarci due volte.
E la regione scozzese più affascinante è senza dubbio quella delle Highlands. Chi di voi non ha mai sospirato mentre leggeva di Jamie Fraser nei libri di Diana Gabaldon? 
E chi non l’ha mai fatto mentre lo guardava in tv?
La figura dell’highlander è senza dubbio dotata di un fascino senza tempo. Specialmente gli highlander che appartengono al passato. Basti pensare a tutte le lotte che hanno combattuto per la loro casa. Lotte tra clan, lotte contro gli inglesi… sono state proprio quelle battaglie a forgiare il carattere di un vero highlander.
Quindi, tutte noi, non possiamo non esserne affascinate.
Ed è proprio quello che è accaduto a me con Torin McLeren, il protagonista di questo romanzo.
Ci troviamo nella Scozia del 1437, re Giacomo I di Scozia (da non confondere con Giacomo I d’Inghilterra) è stato appena assassinato e la lotta per la successione ha ripreso vigore.

sabato 10 settembre 2016

Le letture del mese: i libri letti ad Agosto #1

Ciao, amici!
Noi, le ragazze di Dreaming Land, abbiamo deciso di creare una nuova piccola tradizione. Ogni mese stileremo la lista dei libri letti nel mese precedente e vi scriveremo brevemente cosa ne pensiamo. Una sorta di riepilogo, così da potervi parlare di tutti i libri che leggiamo, senza tralasciare quelli dei quali non scriviamo le recensioni.

Iniziamo quindi con i libri letti da me nel mese di Agosto e poi arriverà anche Valentina a mostrarci le sue letture.
Le mie non sono molte, solo cinque, però sono stata fortunata… alcuni mi sono piaciuti davvero molto!

Titolo: Lo spirito del male
Autore: Heather Graham
Casa editrice: Harper Collins
Collana: Blue Nocturne
Prezzo: € 6,90
Voto: 5/5
Alle prime luci dell'alba, nel cuore di Broadway viene ritrovato il cadavere straziato di una giovane attrice.
I dettagli della scena del crimine non sono mai una semplice coincidenza e al detective Jude Crosby basta un'occhiata per capire che si tratta di una macabra ricostruzione del primo delitto di Jack lo Squartatore. Ciò che lo turba davvero è che quella messinscena non è il gesto di un semplice imitatore: c'è dietro qualcosa di più inquietante e inspiegabile. Quando un'altra donna viene trovata brutalmente assassinata, in città si diffonde la paura. E Crosby accetta, seppur di malavoglia, di collaborare con Whitney Tremont, membro di un'invincibile squadra investigativa che si occupa di casi paranormali. È possibile che Jack lo Squartatore, fuggito dalla Londra dell'Ottocento, sia sbarcato in America? Ed è possibile che un fantasma possa commettere quegli efferati omicidi? La verità costringerà i due investigatori a misurarsi con quanto di più sinistro si cela nell'animo umano.
Cosa ne penso

martedì 28 giugno 2016

Cover reveal e Giveaway: "Adam" di Giovanna Roma


Buongiorno, amici lettori!
Oggi vorrei parlarvi di un libro che fa parte di un genere che non sono solita leggere, ma che è riuscito comunque a incuriosirmi. Un dark contemporary romance per il quale dovremo aspettare ancora un po’.  
Uscirà infatti alla fine dell’estate il primo romanzo di “Deceptive Hunters”, una nuova serie creata da Giovanna Roma.
L'immagine vi ha già dato qualche anticipazione, vero?
Ebbene sì, a seguire troverete la cover di "Adam" e tutte le informazioni necessarie per partecipare al giveaway! 

sabato 25 giugno 2016

Recensione: "Sono solo un marinaio" di Patrizia Ines Roggero

Buon pomeriggio, amici lettori!
Mi sono resa conto di essere un po’ indietro con i libri da leggere e recensire, ma sto lentamente recuperando il tempo perduto. La parola chiave è proprio “lentamente”. Alla fine però sono riuscita a leggere ben due romanzi e mi sento davvero soddisfatta. Per una volta, posso complimentarmi con me stessa e procedere con le recensioni!
Il primo, che è anche l’ultimo che ho finito, è un historical romance ambientato nei suggestivi mari dei Caraibi. Peccato non ci sia Johnny Depp, ma per questa volta l’autrice è perdonata. “Sono solo un marinaio” narra una storia talmente articolata e per nulla banale, da avermi ricordato un altro romanzo che ho adorato: “La straniera”. Ambientazioni diverse, storie diverse, nessuna traccia di fantasy… eppure leggendolo ho provato quasi le stesse sensazioni e le stesse emozioni. Si tratta del primo romanzo di una nuova serie creata da Patrizia Ines Roggero dove si incontrano arrembaggi, razzie, sentimenti e anche parecchi guai. Perché sì, in questo libro non c’è mai un attimo di pace!


Autore: Patrizia Ines Roggero
Titolo: Sono solo un marinaio
Saga: Romantic Pirates #1
Casa editrice: Self published
Pagine: 228
Prezzo: € 1,90
Dove trovarlo: Amazon
Voto: 5/5
Sinossi:
Come sfuggire alla forza dei sentimenti, se il proprio cuore è sordo alla ragione?
Quando il destino mette Jack sul cammino di Alyce, è inutile impedire alla passione di esplodere tra loro... ma lui è un pirata e lei appartiene a un altro.
Arrembaggi, fughe e battaglie, nei Caraibi del XVII secolo, tra un presente seducente e un passato che torna, minaccioso, a oscurare il sole.

La mia recensione
Ho conosciuto Patrizia Ines Roggero con la trilogia di Paradise Valley. Inutile dire che, da quel momento, è diventata una delle mie autrici italiane preferite. Mi piace molto il modo in cui narra le sue storie, ponendo sempre molta attenzione all’ambientazione e al periodo storico.
“Sono solo un marinaio” inizia su una nave che ospita due coppie di sposi. Le giovani Elisabeth e Alyce Weiss sono due cognate, infelici spose di due fratelli di origini aristocratiche. Lasciano Londra alla volta delle Americhe, in cerca di una vita migliore dopo la caduta in disgrazia della loro famiglia, ma non hanno fatto i conti con la pirateria. La nave sulla quale viaggiano viene infatti attaccata dai pirati e le due ragazze riescono a fuggire su una scialuppa sgangherata, senza acqua né cibo.

venerdì 17 giugno 2016

Recensione: "Possession: Ascesa" di Valentina C. Brin

Buon pomeriggio, amici lettori!
Oggi, dopo un periodo relativamente lungo, torno a recensire un libro.
È stato pubblicato il 6 Giugno e, da quel che le mie antenne social sono riuscite a captare, pare sia già diventato una sorta di gioiellino amato e venerato. E come dar torto a tutte voi, anime lettrici?
Ne sono rimasta incantata anche io!
Per questa ragione, vi narrerò una storia…
C’era una volta una ragazza che chiameremo Alessia. Un nome a caso, messo lì tanto per fare scena, il fatto che quello sia il mio nome è puramente casuale.
Questa ragazza, affetta da un grave blocco del lettore altalenante, un giorno decise di assecondare la curiosità e lesse “Possession: Ascesa” scritto dalle fatate manine di Valentina C. Brin.
Fine della storia.
Quella ragazza sta ancora cercando di riprendersi.

 Autore: Valentina C. Brin
Titolo: Possession: Ascesa
Saga: Obsession saga #2.1
Casa editrice: Self published
Pagine: 373
Prezzo: € 2,99
Dove trovarlo: Amazon
Voto: 5/5
Sinossi:
Londra, 1680. Per il giovane Charles Rochester, marchese di Bolton ed erede del duca di Norfolk, desiderare un uomo è inaccettabile: la feroce attrazione che il nuovo servo suscita in lui deve essere soffocata a qualunque costo. Tuttavia non è facile costringere il cuore a tacere quando coloro che dovrebbero comprenderti ti tradiscono e l'unica persona leale sembra essere la sola da cui cerchi disperatamente di scappare. Per Dorian Pratt, invece, non c'è speranza: capisce subito di essere perduto non appena posa gli occhi sul suo signore. Sa bene che non potrà mai averlo, eppure impedire al proprio corpo di reagire in sua presenza sembra essere impossibile.
Quando i pericolosi segreti nascosti tra le mura di Norfolk House vengono a galla, tutto precipita. C'è solo un modo in cui Charles può sperare di tenere Dorian con sé, ma per poterci riuscire deve essere pronto a sacrificare il valore più importante che Dio gli ha donato: la propria umanità.
I torti non si perdonano e per il sangue versato c'è sempre un prezzo da pagare.

La mia opinione

Ve l’ho già detto che devo ancora riprendermi, vero?
Sono senza parole.
Quindi, se questa recensione sarà più corta del solito, sapete perché.
Ho adorato Obsession, quel romanzo l’ho praticamente divorato in un paio di giorni. Era così forte, pieno di passione e di emozioni contrastanti! E poi è arrivato Possession e la cara Brin è riuscita a darmi il corpo di grazia.
Per chi se lo stesse domandando: anche se fa parte della Obsession saga, Possession narra una storia differente da quella di Ashton ed Eleanor, protagonisti ed epoche differenti -in quanto vi è una distanza di 35 anni l’uno dall’altro- quindi è possibile leggerlo anche se non avete letto il primo capitolo della saga.
Però, in caso non aveste letto Obsession… cosa state aspettando?