domenica 15 luglio 2018

Doppia review: "Ti copro io" di Max Walker

Amici di Dreaming Land, oggi io (Miss Peregrine) e Azzurra, recensiremo per voi un libro che inizialmente c'era piaciuto molto, ma che poi, man mano che la lettura andava avanti, ci ha deluso, purtroppo, per motivi che troverete elencati nelle nostre recensioni.
Siete pronti a scoprirne di più? Let's go!




Titolo: Ti copro io
Autore: Max Walker
Editore: Quixote Edizioni
Serie: The Guardian #1
Pagine: 272
Prezzo: € 3,99
Voto: 

sabato 14 luglio 2018

#Ioamoiromance e la lotta ai luoghi comuni sul romance


Cari amici, oggi mi sono svegliata con una domanda che mi ronza in testa da un po’ di tempo: ma il romance fa davvero così schifo?
Prima di arraffare i forconi, sappiate che sono volutamente ironica.
Innanzitutto vorrei ringraziare la persona che ha dato vita a questa sorta di pacifica presa di posizione, una ribellione alla quale voglio partecipare a gran voce. È giusto essere stanchi di questi continui attacchi, la pazienza ha un limite. Quindi, chiunque tu sia, grazie per aver avuto l'idea di far girare questi hashtag. 
Non posso ancora pubblicare alcun estratto, ma ho davvero molto da dire e questa volta non resterò in silenzio.

Ho sempre amato poter leggere di tutto senza farmi frenare dal genere di appartenenza di un libro, perché farlo denoterebbe non solo ignoranza, ma anche una grande immaturità. In questi ultimi due giorni, a causa dell’articolo su un settimanale che personalmente non comprerò più neppure sotto tortura, è esplosa una sorta di bomba dalle dimensioni piuttosto esagerate, e allora mi domando: cosa c’è di nuovo?
Non è la prima volta che il romance viene denigrato e, sicuramente, non sarà neppure l’ultima. Sorge però una domanda spontanea: perché?
Perché accanirsi contro un genere letterario? E, soprattutto, perché ostinarsi a insultare chi quel genere lo legge e lo scrive? Romance è un concetto astratto, non si offende se viene insultato. Dietro a questo concetto, però, ci sono persone. E le persone non vanno insultate a prescindere. Oltre a essere buona educazione, è anche una questione di rispetto.

In una società maschilista e patriarcale come quella nella quale viviamo, mi aspetterei simili prese di posizione da parte degli uomini delle caverne. E invece, udite udite, sono proprio le donne ad attaccare le altre donne. E anche qui: cosa c’è di nuovo?
Si parla tanto di femminismo, di diritti, di parità dei sessi… e poi questo articolo –scritto anche male- riporta la firma di ben due donne. L’unico nome maschile lo lascio perdere, perché da un uomo me lo sarei aspettato, sebbene con dispiacere. Allora, mi dico con rammarico, è proprio vero che le prime nemiche delle donne sono le donne stesse!

venerdì 13 luglio 2018

Blog Tour “Quel bacio al chiaro di luna" di Simona Mendo - Quinta tappa: recensione.

Dolcissimi lettori, come state? Come vanno le vacanze?
Io sto leggendo, ovviamente, e proprio perché la lettura non va mai in ferie vorrei parlarvi di “Quel bacio al chiaro di luna”, romanzo d’amore scritto da un’autrice che ancora non conoscevo: Simona Mendo.
Ringrazio la Literary Romance per avermi permesso di partecipare al blog tour! Ma adesso andiamo a scoprire qualcosa in più su questa tenera storia.

Titolo: Quel bacio al chiaro di luna
Autore: Simona Mendo
Editore: PubMe
Collana: Literary Romance 
Dove trovarlo: Amazon
Voto: 

lunedì 2 luglio 2018

Review: "Verso la base" di Kate Stewart

Take my breath awaaaaaaaaaaay…
Sentite? Sono i Berlin, sono tornati dagli anni Ottanta solo per noi. Ecco che arriva un giovane Tom Cruise a bordo della sua motocicletta, col vento tra i capelli e i Ray Ban modello aviatore calati sul naso. E poi c’è lei, bellissima nel suo caschetto biondo e vaporoso. Kelly McGillis, la donna più invidiata degli anni ’80, l’unica a essere riuscita a conquistare il cuore di Maverick.
NON MENTITE, SO CHE NE ERAVATE COTTE!
 E noi ce l’abbiamo una Kelly McGillis, ha persino i riccioli biondi come lei! Si chiama Alice Boyd e il suo sogno sin da bambina è quello di diventare un pilota.
Ci è riuscita.
Ama volare, ama librarsi nel cielo a bordo di un aereo, il senso di libertà che solo l’infinito può donare… peccato che abbia accettato il noioso lavoro di istruttrice di volo. Non fa proprio per lei, poverina. Non è mica la vera Kelly McGillis, eh! Lei non viene benedetta dalla presenza di Tom Cruise, ma solo da quella di una classe poco volenterosa e un po’ ottusa. Ragazzi, ci saremmo fatti bastare anche Val Kilmer. E invece niente, ma proprio niente!
Okay, amici, forse sarebbe meglio riavvolgere il nastro e partire dal principio. 

Prima di iniziare a leggere il libro del quale vi parlerò oggi, magari avrei dovuto leggere la trama. Sarebbe andato bene anche solo leggere il nome della casa editrice o prestare attenzione alla copertina. E invece sapete cos’ho fatto? Niente!
Mi sono limitata a scaricarlo direttamente dal Kindle e lasciarlo marcire per mesi. Questo perché sono stupida e senza memoria. Poi, in un noioso pomeriggio senza internet, l’ho aperto ed è scoppiato l’amore. È stata la cosa migliore che abbia fatto nelle ultime settimane!
Il libro? Verso la base, primo della serie Balls in play, scritto da Kate Stewart e pubblicato in Italia da Triskell edizioni. Ragazzi, non avete idea di cosa mi è capitato tra le mani!
Una sola parola: ADORO!

domenica 1 luglio 2018

Segnalazione: Ti copro io di Max Walker

È appena arrivato tra le nostre mani, presto potrete leggere la nostra opinione in merito e, nel frattempo, ve lo presento. 
Arriva domani negli store online Ti copro io, romantic suspense M/M di Max Walker edito per l’Italia da Quixote edizioni. Primo della serie The Guardian, solo leggendo la trama incuriosisce molto.
Ho dato un’occhiata agli altri titoli della serie e, ragazzi, spero che la Quixote ce li porti presto in Italia, perché sembrano parecchio interessanti!
Intanto noi scopriamo il primo, siete curiosi?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...